Ex piscine Parco delle Rose – Grado

L’ex piscina di Grado, all’interno del Parco delle Rose, è stata per anni un punto di riferimento per il divertimento di tantissime famiglie. Si poteva utilizzare gratuitamente, con il solo biglietto di ingresso a parco e spiaggia ed era un luogo molto apprezzato. L’accesso era situato accanto all’ “ingresso terme”, a pochi passi quindi dagli edifici che occupano il complesso termale. Le piscine erano due, la vasca principale, per tuffi e nuotate, dove d’estate venivano organizzati anche corsi di nuoto e gare per adulti e bambini, e la vasca più piccola, con l’acqua bassa, dedicata soprattutto ai bambini. Alle vasche si accedeva attraversando un tunnel di docce, obbligatorio per tutti. Completava l’area un bar con tavoli, sedie e videogiochi, un piazzale dove poter prendere il sole e una palazzina divisa in diversi ambienti, utile per le attrezzature di manutenzione della piscina stessa, ma anche come deposito per le altre necessità del parco.

5

Il sito attualmente versa in uno stato di forte degrado. La recinzione in diversi punti è stata divelta, con il risultato che dentro le incursioni di vandali sono piuttosto evidenti. Nella vasca principale, trasformata in uno stagno verdastro, è stato gettato di tutto, si intravede un lavandino, staccato chissà da dove, una panchina e altri oggetti, insieme a parecchi rifiuti. La vasca più piccola invece è stata invasa dal verde, così come molte parti comuni, dove la pavimentazione con le piastrelle è ormai totalmente nascosta. Tra i punti più desolanti dell’area due vecchie consolle di videogiochi, un tempo probabilmente molto amati, ormai fatti a pezzi da vandali e intemperie. Accanto c’è il bar, anche questo mal messo, così come la palazzina centrale, come si intuisce facilmente a un primo sguardo anche dall’esterno. I segni dei bivacchi, anche recenti, sono numerosi.

6

Come mai una struttura così ampia, gratuita e ben organizzata è inutilizzata da anni? Due le ipotesi che circolano, la prima è che sia stata chiusa dopo l’apertura del Parco Acquatico, costruito all’interno del Parco delle Rose, con piscine, scivoli e spazi nuovi e moderni, la seconda è che sia diventata inagibile, a causa di strutture datate e forse non più a norma, con conseguenti lavori troppo onerosi da sostenere.

14

Spesso le persone sbirciano dentro la recinzione e discutono sulla situazione. Qualcuno dice che sarebbe bello poterla recuperare, destinandola magari a centro sportivo, con lezioni di nuoto, acquagym e tuffi, altri, visto le condizioni attuali, suggeriscono di interrare tutto e realizzare un prolungamento del grande parco giochi poco distante, altri ancora pensano sia necessario semplicemente demolire tutto e pensare a nuove proposte.

Seguiteci su Facebook : Triesteabbandonata

15

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...