Ex stadio di baseball – Trieste

Lo diciamo subito. E’ una delle strutture abbandonate che più ci ha sorpreso per la distruzione e per tutto ciò che è rimasto dimenticato qui, ma anche per le enormi potenzialità di uno spazio sportivo che avrebbe potuto ancora ospitare allenamenti, partite ed eventi.
Siamo a Prosecco, all’ex stadio di baseball, utilizzato anche per l’hockey su prato, un impianto enorme, con tribune, locali annessi di vario tipo, oltre a una grande palazzina poco distante, che fungeva da sede, segreteria generale, foresteria e luogo di ritrovo. Tutto si trova in una situazione di distruzione pazzesca.

14117976_1999234786969442_124560557593142418_n

Inaugurata nel 1979 con i campionati Europei di baseball vinti proprio dall’Italia, la struttura è stata chiusa nel 2005, sembra per l’esigenza di adottare nuove norme di sicurezza sulle gradinate ma di fatto nessun intervento da allora è mai stato avviato. Fino a 10 anni fa era un punto sportivo vivace, dove le società si allenavano, disputavano tornei e campionati, organizzavano appuntamenti per bambini e adulti.

14095834_1999848636908057_5486615076587594005_n

Ora versa in totale stato di degrado, con atti vandalici ovunque, in spogliatoi, uffici, servizi e nella palazzina molto grande che serviva per la sede di varie attività. La devastazione è totale, il campo ormai è un immensa distesa incolta mentre tutti gli spazi interni sono stati distrutti. Nella sede in particolare rimangono mobili, centinaia di coppe e trofei, e migliaia di documenti dagli anni ’70 in su, molti dei quali si trovano anche in una stanza sotto le tribune.
Spuntano cimeli e montagne di carte che hanno resistito anche alle intemperie, in alcune stanze dove porte e finestre non esistono più. Si notano anche attrezzature per l’hockey, tanti vestiti e schedari con informazioni utili alla quotidianità di una società sportiva.

L’emblema del degrado, appena varcata la soglia della sede, è una statua alta circa due metri, che raffigurava un giocatore di baseball intento a colpire la pallina. Le braccia sono state staccate e lanciate sul pavimento, la testa non esiste più e non si trova, così come la mazza, mentre tutto attorno c’è una distesa di piatti rotti, probabilmente si tratta di servizi interi, frantumati chissà per quale strano tipo di divertimento…E poi foto di squadre in posa, sorridenti, gagliardetti di ospiti che qui sono passati o hanno giocato, alcune accanto a quel che resta di un bar, prima parte di un’ampia sala che doveva rappresentare il cuore conviviale della grande sede.

14055180_1999848830241371_5477647252595541051_n

14117732_1999850043574583_7664815960771769470_n

Lo stadio è di proprietà del Comune di Trieste, che in passato aveva delegato la gestione agli Usi Civici di Prosecco. Nel 2009 era stata avviata una petizione da Luciano Emili, ex giocatore, appelli inviati a Regione, Provincia e Comune ma niente si muove, nonostante un iniziale interesse manifestato da parte della Regione.

Ci scrivono: La Junior Alpina, la società nata dopo il fallimento della vecchia Alpina, ha chiesto a più riprese di accedere al campo di Prosecco per riprendere l’attività. Nel 2007 aveva addirittura trovato i fondi, attraverso il Fondo Trieste, per sistemare campo e spogliatoi ma gli usi civici di Prosecco hanno sempre negato la possibilità anche di accedervi.

Nel 2014 il Comune annuncia l’intenzione di risistemare lo spazio. Ma nel 2016 la situazione è ancora così. Sui social, dopo la pubblicazione delle nostre foto, si levano voci di protesta di chi avrebbe voluto recuperare oggetti e documenti, ma di fatto non ha potuto farlo. Non ha avuto accesso ad alcun locale.

14067614_1999236360302618_782343607233833272_n

Le recinzioni sono state divelte, in tanti punti, gli atti vandalici sono stati segnalati fin dall’ inizio dell’abbandono e sono continuati senza sosta. Uno scempio difficile da credere, che ha cancellato una parte importante della storia dello sport triestino e non solo. Se ci fossero stati controlli e una manutenzione di base, forse anche a distanza di dieci anni, qualcosa si sarebbe potuto recuperare. Allo stato attuale sembra molto difficile, se non impossibile. Ci troviamo tristemente davanti a un nuovo luogo abbandonato al suo destino e ancora senza un recupero stabilito.

Tante altre foto e altri reportage sulla pagina Facebook: Triesteabbandonata in tour

14064206_1999235143636073_6217227071370036505_n

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...