Gli oggetti più strani rinvenuti nei beni abbandonati – Terza puntata

Terza puntata del viaggio tra gli oggetti più strani trovati nei luoghi abbandonati, che finora abbiamo toccato.

Due ruote – Di mezzi dimenticati ne abbiamo trovati tanti. Questo è uno scooter, nella parte esterna di una vecchia fabbrica. Senza targa e senza ruota, forse il suo abbandono risale al momento in cui lo stabilimento è stato dimesso. Ma i segni di vandalismo sono sicuramente successivi, come le scritte con la vernice spray.

Quattro ruote – E non mancano auto e altre tipologie di quattro ruote. Questa si trova da anni accanto a un edificio parzialmente crollato. Sopra c’erano alcune abitazioni, da tempo non più agibili. Chi l’avrà dimenticata qui?

Montagne di libri – Sono stati dimenticati in una scuola dichiarata inagibile dopo un incendio. Ce ne sono davvero tanti, alcuni anneriti dal fumo, altri in buone condizioni. Tra banchi e piccole librerie anche tante riviste, quaderni e album da colorare.

Ingranaggio nascosto – Questa pista da bowling si trova in un ex albergo di lusso. Qui siamo nella parte nascosta, dove si vedono gli ingranaggi del meccanismo che faceva sollevare i birilli. Anche in questo caso tutto è stato distrutto. Birilli e palle sono stati portati via mentre le piste sono ancora riconoscibili.

Che sarà mai? – Cos’è questo particolare tavolo da lavoro, se così si può definire? Non lo sappiamo. E’ stato spostato all’esterno di una grande fabbrica dismessa. E lì è rimasto.

Vecchi documenti – Risale agli anni ’70 questo bollettino. Si aggiunge a tanti altri volumi datati abbandonati, in particolare abbiamo trovato tanti registri di documenti, di hotel, fabbriche, scuole o depositi. Quando tutto venivano ancora scritto a penna, o a macchina, per essere archiviato.

 

 

 

 

 

 

Gli oggetti più strani rinvenuti nei beni abbandonati – Seconda puntata

Seconda puntata del viaggio tra gli oggetti più strani trovati nei luoghi abbandonati, che finora abbiamo toccato.

CARCASSA – All’ inizio non l’abbiamo subito notata, poi avvicinandoci, accanto a un edificio abbandonato nel Carso, ecco un’auto completamente distrutta, in parte bruciata e accartocciata. Come sia finita qui resta un mistero, anche perché non esiste una strada che conduca a questo punto.

SCARPA DA CALCIO – Eccola spuntare nell’ultimo piano di una palazzina di uffici legati a una grande fabbrica. In mezzo al degrado, tra vetri e infissi distrutti e mobili ormai fatti a pezzi. Che sia stata dimenticata da un impiegato al momento della chiusura?

VECCHIA CULLA – Dimenticata in una serie di condomini chiusi ed evacuati. Nella stanza non è il solo oggetto che mostra la presenza, un tempo, di un bebè all’interno dell’ appartamento. A poca distanza anche una culla da viaggio.

GRAYSKULL – Chi ricorda negli anni ’80 il cartone animato He-Man? Ecco qui il famoso castello di Grayskull. Gioco amatissimo all’ epoca, smontato e con pezzi mancanti è stato dimenticato all’interno di un vecchio fabbricato semi demolito.

DISCO – Il diametro supera il metro per questa maxi palla da discoteca, staccata dalla sue sede originale e gettata nel giardino di uno dei locali più famosi e frequentati d’estate in Friuli Venezia Giulia. Chiuso ormai da anni.

PISTA PATTINAGGIO – Resta poco o nulla di un grande parco di divertimenti dismesso. Tra le attrazioni lasciate al loro destino anche una grande pista di pattinaggio, ancora con qualche pattino rimasto sul pavimento.

PISCINA E SPA – Un hotel di lusso enorme, con varie piscine, spazi benessere, aree per divertimenti….tutto abbandonato. Questa è solo una delle vasche presenti, in un albergo con un passato glorioso.

STATUA BASEBALL – Alta quasi due metri, questa statua è stata decapitata. Rappresentava un giocatore di baseball probabilmente con una mazza in mano…Ma anche le braccia sono state staccate. E’ stata abbandonata in una palazzina dove tutto è stato pesantemente danneggiato dai vandali. La testa è sparita.